• cristinaleocata

OMAGGIO A TIM BURTON

Aggiornato il: ott 6

BULBO OCULARE

Professoressa C.Leocata

A.S.2020-2021 - I.C.6 Bologna



Visita il sito:

www.timburton.com


Biografia Tim Burton (blog)
.pdf
Download PDF • 302KB

L’organo della vista, mezzo per eccellenza della conoscenza (specie nel nostro secolo), diviene simbolo e sede di significati particolari, nonché chiave d’accesso di un regno altro dal mondo, meraviglioso e al contempo tremendamente inquietante.

In tutte le opere di Timothy William Burton i protagonisti hanno occhi grandi, spalancati, privi di palpebre; sono occhi perfettamente circolari, che coprono la maggior parte del viso, obbligando lo spettatore a travalicarli, introiettandolo in un universo parallelo.

Il cinema di Tim Burton è sempre stato al centro dell'attenzione di critici e pubblico facendolo emergere come un'icona del cinema dark alternativo, fatato e visionario.

È un poeta malinconico e struggente che ha cantato e ha dato voce al bisogno di amore di esclusi e incompresi con impareggiabile dolcezza.


Il film:

"Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali"


Intervista a Tim Burton

Sotto: "Un macabro banchetto di occhi"

Storyboard - Tim Burton

"Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali"

Book trailer

"Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali"

di Ransom Riggs

Chi ha amato la trilogia degli speciali e della carismatica Miss Peregrine, non può non avere questo libro “spin-off” della saga.

Innanzitutto perché sono i racconti degli speciali che hanno fatto la storia (come la nascita della prima "ymbrine": donna uccello), poi perché il libro risulta curato dal ragazzo invisibile Millard Nullings, studioso, all’interno della saga, della storia degli speciali, infine perché ci sono le bellissime incisioni di Andrew Davidson.

Tre buone ragioni per non farselo scappare, dato che in libreria è passato un po’ in sordina rispetto agli altri tre libri e alla fama che ha raggiunto la saga dopo l’uscita del film di Tim Burton.

Storie dal sapore antico che sfociano nel racconto popolare, racconti che parlano di speciali del passato che hanno fatto cose così grandiose da essere ricordati dai posteri della loro razza. Storie di cannibali, domatrici di incubi, donne serpente, ymbyne e speciali dai poteri straordinari che vi terranno incollati fino all’ultima pagina.

Sopra: Witch

Storyboard - Tim Burton

"Big Fish"

Edward incontra la strega, che gli mostra come sarebbe morto nel suo occhio di vetro.



Curiosità:

"Morte malinconica del bambino ostrica"

Sotto: La bambina che fissava

"Staring Girl"

"I once knew a girl

who would just stand there and stare.

At anyone or anything,

she seemed not to care.

She'd stare at the ground,

She'd stare at the sky.

She'd stare at you for hours,

and you'd never know why.

But after winning the local staring contest,

she finally gave her eyes

a well-deserved rest."

-T.B.-

Ventitré piccole storie in rima compongono questo libretto del visionario cineasta, accompagnate da disegni - teneri e drammatici ad un tempo - di cui lui stesso è autore. Personaggi grotteschi, malinconici, fiabeschi, spesso tristi, protagonisti di storie di amore e morte declinate in maniera surreale sempre al limite dell’horror.









La galleria dei lavori

Settembre 2020

I.C.6 Bologna - Prof.ssa C.Leocata


FASE 1



FASE 2


FASE 3




© 2013 by Cristina Leocata www.cleocata.com