• cristinaleocata

OMAGGIO A E.A.POE

Aggiornato il: ott 13


IL RACCONTO:

"Il ritratto ovale"

di Edgar Allan Poe

LA STORIA:

Un pittore e una donna, che diventerà moglie devota ed amata. Ma, al di sopra di tutto c’è un amore più forte, quello per l’arte, che porterà l’uomo a smarrire la cognizione del tempo e del luogo. Infatti, per farle un ritratto, il pittore, preso dalla sua creazione, quasi in trance, sottopone la giovane sposa a lunghe sedute in un luogo freddo e poco accogliente e non si accorge del suo deperimento, provocandone, in sostanza, la morte.

Il breve racconto del 1842 propone il rapporto vita-morte, vita-arte. Qui è rappresentata non solo l’idea che l’arte possa essere superiore alla vita, ma soprattutto il concetto che l’arte si nutre della vita.

Il filone del Romanticismo definito “nero”, e Poe ne è un eccellente esponente, ama creare atmosfere cupe e allucinate, popolate di arcane apparizioni, dense di mistero, percorse da brividi di oscuro terrore.



ASCOLTA L'AUDIO-RACCONTO



ALCUNE CONSIDERAZIONI

(dal 2014 al 2020):

presto i commenti dei ragazzi dell'I.C.6 di Bologna - A.S.2020/21


Nel racconto il pittore e la moglie sono caratterizzati entrambi dalla passione; emerge infatti il tema dell’amore: la donna che ama lui e lui che invece è coinvolto dall’arte. Ne esce un rapporto tra vita reale e arte, dove il quadro, pur ritraendo una donna prossima alla morte, assume una forma di vitalità, quasi si fosse nutrito inghiottendo la vita della modella, in una drammatica esaltazione dell’arte sulla vita.

Benedetta N.

La storia del ritratto è l’esaltazione dell’arte fino ad annichilire la vita.

Ludovica V.

L’opera ha suscitato in me diversi sentimenti: l’interesse per l’arte, il mistero che c’è dietro ogni quadro e la tristezza. Sono rimasto colpito dal messaggio di quell’artista: valorizzare di più un’opera d’arte piuttosto che l’amore e lo stato della sua innamorata.

Leonardo R.

Il racconto, secondo me, è una metafora della vita: il pittore, infatti, potrebbe rappresentare l’essere umano, innamorato, anzi, oserei dire “stregato” dalle proprie passioni (in questo caso l’arte). La ragazza invece, a parer mio, è la vita stessa, che è un dono da curare e preservare. Esiste però un limite all’amore della vita…il pittore non vuole vedere che la sua “modella” sta per spegnersi definitivamente, perché è troppo preso dalla sua “arte”: è quindi diventato un fanatico.

Marta Maria M.



RITRATTI

LE DONNE NELL'ARTE

Dai volti spigolosi di Picasso alle grazie del viso della Venere di Botticelli, passando inevitabilmente per il sorriso della Gioconda. E poi ancora le bellezze disegnate da Renoir, Matisse, Modigliani e dagli altri maestri del ritratto. Giocando con questo sovrapporsi di volti, 500 anni di storia dell'arte declinata al femminile sono stati raccolti, in soli tre minuti, dal direttore creativo Philip Scott Johnson in un video dal fascino innegabile che riassume, utilizzando la tecnica del morphing, il suo senso nella semplicità del titolo: "Woman in Art". Così sulle note della "Suite per violoncello solo" di Bach potrete fare un viaggio attraverso 90 capolavori dell'arte degli ultimi secoli.



IL LIBRO:

"I RACCONTI DI EDGAR ALLAN POE"

di Valentina Camerini

Ed.Gribaudo

"Il gatto nero", "Manoscritto in una bottiglia", "Lo scarabeo d'oro", "Il cuore rivelatore", "Il ritratto ovale"...

I più avvincenti racconti del maestro del mistero adattati per i piccoli lettori e riccamente illustrati.


© 2013 by Cristina Leocata www.cleocata.com